Novembre — v. Ponti a travata dott. Lorenzo Macorini. Tale tipologia di impalcato viene correntemente realizzata mediante struttura prefabbricata in c. Corso di Costruzione di Ponti - a. La scelta della soluzione ottimale deriva da considerazioni prettamente economiche. Larghezza efficace per elementi in c. Dove il termine beff,i viene calcolato in funzione della distanza l0 tra due punti di nullo del diagramma del momento flettente della trave.

Laddove tale limite venga superato si raccomanda di considerare gli effetti dello "shear lag" nelle flange per la verifica degli stati limite di servizio, di fatica e allo stato limite ultimo. Larghezza efficace ai fini della diffusione per taglio del carico "shear lag" agli stati limite di servizio e di fatica.

Larghezza efficace allo stato limite ultimo. Si consideri un graticcio costituito da n travi ed un solo traverso, si trascura la rigidezza torsionale delle travi ipotesi valida per impalcati con travi ad anima sottile: travi in acciaio o in c.

Un traverso k con curvature diverse da zero risulta quindi sollecitato e opera una ridistribuzione degli sforzi nel graticcio.

Viene supposta la presenza di un traverso infinitamente rigido sotto una qualunque posizione del carico. Metodo di Engesser I traversi infinitamente rigidi sono in numero finito e occupano la posizione reale. Si calcolano sollecitazioni e reazioni agli appoggi. Le sollecitazioni nei traversi Le sollecitazioni nei traversi si calcolano in funzione dei coefficienti di ripartizione trasversali costruendo le l. Prima si considera il caso di carico che si sposta lungo il traverso teorema di Land con ipotesi di traverso rigido poi il caso di carico lungo le travi.

Tramite le tabelle si possono tracciare le l. Mentre il calcolo dei traversi deve sempre essere condotto con un adeguato sviluppo in serie per il carico. Sezioni tipo bi-trave di impalcati composti acciaio-calcestruzzo. Si intrudono quattro schemi tipici modellati assumendo flesso-rigidi i vari elementi componenti la sezione trasversale ed incernierati i collegamenti fra le parti componenti. Si decompone la struttura in tre parti 1, 2, 3 travi metalliche e soletta in c.

Lorenzo Macorini z. Ryall, G. Parke and J. Harding Thomas Telford, Chen and L. Eurocodice 3 - Progettazione delle strutture di acciaio - Parte Regole generali - Regole supplementari per lastre ortotrope caricate al di fuori del loro piano. Eurocodice 3 - Progettazione delle strutture di acciaio - Parte 2: Ponti di acciaio. Eurocodice 2 - Eurocodice 2 - Progettazione delle strutture di calcestruzzo - Parte 2: Ponti di calcestruzzo - Progettazione e dettagli costruttivi.

Maggiori informazioni sull'abbonamento a Scribd Home.Modulo RINFORZI guida il progettista in tutte le fasi dell'intervento: la scelta del rinforzo idoneo, la verifica e la compilazione dei dati necessari al calcolo.

Grazie al comodo Wizard si definiscono in pochi semplici passi le geometrie della parete e del sistema di rinforzo, le azioni che agiscono sulla muratura fino all'esito delle verifiche. DOC, completa dei riferimenti ai metodi di calcolo e alle procedure di verifica. Nessuna limitazione, tutte le funzioni disponibili per 30 giorni.

TRAVILOG con un semplice wizard ti aiuta a definire gli elementi strutturali da mettere in opera quando viene realizzato un foro in un solaio esistente. I tre distinti contribuiti vengono caratterizzati attraverso tre distinti elementi strutturali:. Una volta individuato il materiale della parete, il Wizard di Modulo RINFORZI guida nella caratterizzazione delle geometrie definendo successivamente materiale e sezioni degli elementi verticali e orizzontali che costituiscono la cerchiatura.

Le verifiche sono condotte secondo quattro distinti criteri:. Grazie a pratiche schede in successione corredate di schemi esplicativi, si impostano tutti i dati richiesti e si visualizza il render 3D del sistema strutturale in studio. Si eseguono verifiche di resistenza e di dettaglio geometrico tenendo in considerazione gli effetti della presenza di carichi affiancati:. Una volta scelti i materiali del solaio, il Wizard del software aiuta a caratterizzare il sistema di rinforzo e si procede quindi al calcolo.

Infine distinguiamo due fasi temporali, quella di messa in opera del sistema e quella di pieno esercizio. Aggiornamenti gratuiti per 12 mesi attivando l'abbonamento. Include la relazione di calcolo per le pratiche progettuali. Vuoi valutare configurazioni diverse? Siamo a tua disposizione per trovare insieme la configurazione ed il tipo di licenza che fanno al caso tuo. Superbonus nella ristrutturazione: interventi locali e sistemi FRCM a confronto. IVA - Privacy. Fori nei solai TRAVILOG con un semplice wizard ti aiuta a definire gli elementi strutturali da mettere in opera quando viene realizzato un foro in un solaio esistente.

I tre distinti contribuiti vengono caratterizzati attraverso tre distinti elementi strutturali: travi di collegamento tra i travetti del solaio cosiddetto 'bilancino'ortogonali all'orditura del solaio e connesse ai travetti tagliati, elementi in calcestruzzo armato o acciaio da costruzione; travi di collegamento parallele all'orditura del solaiodisposte a formare un telaio chiuso all'interno del foro realizzato, elementi in calcestruzzo armato o acciaio da costruzione; cappa collaborante in calcestruzzo armato connessa al solaio esistente.

Le verifiche sono condotte secondo quattro distinti criteri: Rigidezza : si valuta la variazione di rigidezza in assenza dell'apertura ed in presenza di cerchiatura. Verifica dell'architrave : si verifica l'architrave in termini di resistenza a flessione. Muratura : si considera la resistenza a taglio della parete secondo tre distinti meccanismi di rottura Capochiave : in questo caso si confronta la tensione che si sviluppa nel sistema di chiusura con la tensione di calcolo a snervamento dell'acciaio.

Si eseguono verifiche di resistenza e di dettaglio geometrico tenendo in considerazione gli effetti della presenza di carichi affiancati: Resistenza : si valuta che il valore di progetto del carico verticale concentrato applicato alla parete risulti minore o uguale della resistenza ai carichi verticali concentrati della parete.

Dettaglio : si verifica che l'appoggio della trave sullo spessore del muro e l'area dell'impronta del carico siano adeguati. Esempi di stampa. Assistenza tecnica inclusa. Manutenzione inclusa.

LA MIA PRIMA STAMPANTE 3D!

Altre configurazioni. Tutti i prezzi si intendono IVA esclusa. Interventi di miglioramento sismico Superbonus nella ristrutturazione: interventi locali e sistemi FRCM a confronto. Non perderti Focus e Corsi gratuiti:.Modulo RINFORZI guida il progettista in tutte le fasi dell'intervento: la scelta del rinforzo idoneo, la verifica e la compilazione dei dati necessari al calcolo.

Grazie al comodo Wizard si definiscono in pochi semplici passi le geometrie della parete e del sistema di rinforzo, le azioni che agiscono sulla muratura fino all'esito delle verifiche. Le tipologie di rinforzo e le scelte geometriche possono essere valutate anche grazie ad una comoda rappresentazione grafica tridimensionale.

Modulo RINFORZI adotta le procedure di verifica delle Norme Tecniche per le Costruzioni e della Circolare esplicativacon particolare riferimento ai capitoli relativi agli edifici esistenti; per alcune specifiche di calcolo, individuate di seguito, i riferimenti sono anche all'Eurocodice 5 e 6.

Manuale-FRP-IT-2013.pdf

DOC, completa dei riferimenti ai metodi di calcolo e alle procedure di verifica. Nessuna limitazione, tutte le funzioni disponibili per 30 giorni. TRAVILOG con un semplice wizard ti aiuta a definire gli elementi strutturali da mettere in opera quando viene realizzato un foro in un solaio esistente. I tre distinti contribuiti vengono caratterizzati attraverso tre distinti elementi strutturali:. Una volta individuato il materiale della parete, il Wizard di Modulo RINFORZI guida nella caratterizzazione delle geometrie definendo successivamente materiale e sezioni degli elementi verticali e orizzontali che costituiscono la cerchiatura.

Le verifiche sono condotte secondo quattro distinti criteri:. Grazie a pratiche schede in successione corredate di schemi esplicativi, si impostano tutti i dati richiesti e si visualizza il render 3D del sistema strutturale in studio. Si eseguono verifiche di resistenza e di dettaglio geometrico tenendo in considerazione gli effetti della presenza di carichi affiancati:. Una volta scelti i materiali del solaio, il Wizard del software aiuta a caratterizzare il sistema di rinforzo e si procede quindi al calcolo.

Infine distinguiamo due fasi temporali, quella di messa in opera del sistema e quella di pieno esercizio. Archivio con oltre materiali e generatori commerciali. Archivio completo di pannelli solari termici e fotovoltaici. Calcolo di oltre tipologie di ponti termici parametrici.

Aggiornamenti gratuiti per 12 mesi attivando l'abbonamento. Include la relazione di calcolo per le pratiche progettuali.

012014 Er01a Relazione Rinforzi Strutture

Vuoi valutare configurazioni diverse? Siamo a tua disposizione per trovare insieme la configurazione ed il tipo di licenza che fanno al caso tuo. Corsi pratici per certificatori e progettisti sui temi della progettazione termotecnica.

IVA - Privacy. Fori nei solai TRAVILOG con un semplice wizard ti aiuta a definire gli elementi strutturali da mettere in opera quando viene realizzato un foro in un solaio esistente.

I tre distinti contribuiti vengono caratterizzati attraverso tre distinti elementi strutturali: travi di collegamento tra i travetti del solaio cosiddetto 'bilancino'ortogonali all'orditura del solaio e connesse ai travetti tagliati, elementi in calcestruzzo armato o acciaio da costruzione; travi di collegamento parallele all'orditura del solaiodisposte a formare un telaio chiuso all'interno del foro realizzato, elementi in calcestruzzo armato o acciaio da costruzione; cappa collaborante in calcestruzzo armato connessa al solaio esistente.

Le verifiche sono condotte secondo quattro distinti criteri: Rigidezza : si valuta la variazione di rigidezza in assenza dell'apertura ed in presenza di cerchiatura. Verifica dell'architrave : si verifica l'architrave in termini di resistenza a flessione. Muratura : si considera la resistenza a taglio della parete secondo tre distinti meccanismi di rottura Capochiave : in questo caso si confronta la tensione che si sviluppa nel sistema di chiusura con la tensione di calcolo a snervamento dell'acciaio.

Si eseguono verifiche di resistenza e di dettaglio geometrico tenendo in considerazione gli effetti della presenza di carichi affiancati: Resistenza : si valuta che il valore di progetto del carico verticale concentrato applicato alla parete risulti minore o uguale della resistenza ai carichi verticali concentrati della parete.

Dettaglio : si verifica che l'appoggio della trave sullo spessore del muro e l'area dell'impronta del carico siano adeguati. Esempi di stampa.Il presente documento riguarda la descrizione e la verifica degli interventi di ripristino e di rinforzo sulle strutture della piscina Solari, in via Montevideo 20, nel comune di Milano.

Figura 1 — Foto aerea della piscina Solari. La realizzazione della piscina Solari risale al La struttura si caratterizza per la particolare copertura: si tratta di una tensostruttura a sella formata da due famiglie di funi di acciaio che reggono pannelli in lamiera grecata.

Le funi sono ancorate a una struttura portante in calcestruzzo armato, costituita da due archi inclinati attestati su due blocchi massicci laterali, che hanno la funzione di contrastare la spinta orizzontale.

Gli archi, appoggiati a una doppia serie di pilastrini in acciaio, hanno una larghezza di circa 3. La struttura presenta due ordini di funi, suddivise in base alla funzione statica, in "funi portanti" e "funi traenti".

Le funi portanti hanno un diametro di 22 mm, mentre le funi traenti hanno un diametro di 9 mm. Le funi traenti sono necessariamente pretese per assorbire le deformazioni della tensostruttura dovute al carico neve e al carico vento. Il comportamento strutturale di questo tipo di copertura comporta deformazioni importanti in occasione di grandi nevicate.

Figura 2 — Foto della copertura della piscina. Il sotterraneo presenta invece una struttura tradizionale con travi e pilastri in calcestruzzo armato e solai in latero-cemento. La maglia di pilastri ha dimensioni in pianta di circa 4. Le indagini effettuate sono le seguenti:. Alcuni pilastri al piano interrato presentano, prevalentemente alla base, fessurazioni longitudinali e distacco del copriferro dovuti alla corrosione delle barre di armatura.

Il fenomeno risulta limitato alla porzione inferiore dei pilastrimentre la parte superiore non manifesta evidenti segni di degrado. Figura 3 — Pilastri danneggiati dalla corrosione delle armature. I pilastri maggiormente danneggiati dalla corrosione, individuati durante il rilievo, sono indicati nella figura seguente. Figura 4 — Pilastri danneggiati dalla corrosione. Solo in uno dei sei pilastri indagati il fronte di calcestruzzo carbonatato spessore di carbonatazione 40 mm ha raggiunto i ferri di armatura.

Dai risultati delle prove Sonreb eseguite sul calcestruzzo dei pilastri, si ricava una resistenza a compressione compresa nell'intervallo:. Gli assaggi su alcune travi del piano terra in cui il copriferro non si presenta fessurato mostrano l'assenza di significativi fenomeni corrosivi in atto. Figura 5 — Assaggi su travi non fessurate. Alcune travi invece, tra cui in particolare quelle evidenziate nella figura seguente, presentano significativi fenomeni di degrado dovuti alla corrosione delle barre di armatura, con conseguente fessurazione e distacco del copriferro in diversi punti.

Figura 6 — Travi gravemente danneggiate dalla corrosione. Figura 7 — Travi del piano terra fortemente danneggiate dalla corrosione. Nella zona centrale attorno alla vasca i solai in latero-cemento, intonacati, si presentano generalmente in buono stato di conservazione.

Gli assaggi eseguiti mostrano che sulle barre di armatura non risultano significativi fenomeni corrosivi in atto. Figura 8 — Assaggi su solai non fessurati. Le condizioni ambientali attuali risultano certamente favorevoli alla carbonatazione del calcestruzzo e alla.

Figura 9 — Fenomeni di degrado sui solai del piano terra. Figura 10 — Fenomeni di degrado sul fondo e sulle pareti della vasca. I fenomeni corrosivi in atto risultano localizzati solo in alcune zone, mentre il fondo vasca si presenta in generale integro, con presenza locale di depositi minerali all'intradosso della soletta.

Dai risultati delle prove Sonreb eseguite sul calcestruzzo della vasca, si ricava una resistenza a compressione compresa nell'intervallo:. Le travi di coronamento della copertura presentano, soprattutto nella parte all'interno dell'edificio, fenomeni di degrado dovuti alla corrosione delle barre di armatura, con conseguente fessurazione e distacco del copriferro in diversi punti. Anche sul massiccio pilastro in c.Seminario in collaborazione con.

Ma la resistenza e la rigidezza alle azioni verticali non sono le sole funzioni che i solai svolgono; essi sono anche adibiti a collegare e stabilizzare le pareti, caratteristica, questa, che viene messa alla prova in caso di sollecitazione generata da un sisma. Con qualche attenzione aggiuntiva permette anche un miglioramento del comportamento antisismico del fabbricato. Adeguamento sismico di edifici esistenti. Roberto Scotta. Il rinforzo di solai esistenti con la tecnica della soletta collaborante.

Aspetti progettuali. Enrico Nespolo.

Le 16 Migliori Scarpe da Running del 2020

La teoria di Moehler con esempio numerico Calcolo tensioni, sforzo sui connettori, deformata. Verifica taglio EN Caratteristiche meccaniche di un connettore e prove su connettori.

Applicazioni pratiche. Assenze: al fine del rilascio dei crediti non sono consentite assenzeneppure parziali, e non sono previsti rimborsi in caso di mancato rilascio dei crediti. Coordinatore Ing. Inquadramento normativo. Rinforzo di solai con la tecnica della soletta collaborante. Pro e contro. Ipotesi di calcolo: scorrimento delle unioni NTC La teoria di Moehler con esempio numerico Calcolo tensioni, sforzo sui connettori, deformata. Verifica taglio EN Caratteristiche meccaniche di un connettore e prove su connettori Dettagli di progetto esecutivo Calcolo trave mista acciaio e calcestruzzo cenni.

Calcolo trave mista calcestruzzo e calcestruzzo cenni. Fabio Guidolin. Solai misti legno e calcestruzzo. Applicazioni: recupero solai esistenti e realizzazione nuovi solai. Tipi di solai esistenti Tipi di connettori Tipi di applicazione connettori Esempi di realizzazioni di interventi di rinforzo I dettagli progettuali: i puntelli o i tiranti la distribuzione dei connettori il collegamento perimetrale della soletta alla muratura Solai misti acciaio e calcestruzzo.Avete bisogno di qualche suggerimento sui migliori modelli al momento disponibili sul mercato?

Come spesso avviene la scelta del numero giusto dipende molto dalla tipologie del piede e dalla proprio abitudini di corsa. Si tratta di un modello impermeabile in grado di proteggere dalle precipitazioni piovose moderate. Inoltre il sistema di allacciamento brevettato consente di fissarle rapidamente e senza fatica.

Le svariate soluzioni tecniche rendono queste scarpe una scelta convincente, che non delude nemmeno dal punto di vista estetico. Un aspetto positivo che vogliamo sottolineare di questo modello risiede nel fatto che sia perfettamente in grado di limitare i danni su articolazioni e caviglie, problematiche molto comuni per i podisti e in particolare per le persone che hanno qualche chilo di troppo. Questa la prima caratteristica importante e di rilievo per chi si avvicina a questa calzatura.

Le scarpe da running Mizuno offrono un metodo di aerazione basato sulla tecnologia air-mesh. Diverse persone le hanno elette le migliori scarpe da running per uomo, suggerendo solo di verificare la tenuta in base al peso, con un limite massimo di 80 chili. Chi affronta percorsi sterrati o molto accidentati necessita di un supporto adatto a questo tipo di scenario. Il grip che forniscono ben si adatta a zone con dislivelli e parte in cui la spinta e una presa adeguata del piede possono fare la differenza.

La zona del tallone presenta una buona ammortizzazione, sfruttabile in presenza di ambienti non troppo ripidi. Insomma, tra i prodotti venduti on line sembra essere la scarpa ideale con cui prendere confidenza con il trail running, raccogliendo consensi tra quanti si avvicinano a questa disciplina e amano i prezzi bassi.

La suola Tri-Flex assorbe e distribuisce in maniera adeguata lo sforzo, contenendo i microtraumi tipici della corsa. La gabbia contenitiva Isofit protegge e avvolge il piede, con un sistema di traspirazione che lo mantiene protetto e al caldo quanto basta.

Alcuni utenti avrebbero gradito una maggiore protezione, specie nelle zone del tallone. Non mancano le proposte anche per il pubblico femminile, con un set economico di scarpe da running per donna, studiate per offrire una calzatura a basso costo per chi cerca un prodotto comodo da sfruttare durante la bella stagione.

In molti le consigliano anche per un uso quotidiano, oppure un utilizzo in fase di allenamento su percorsi cittadini. Queste le principali caratteristiche della scarpa Nike da running.

La tecnologia Phylon crea un supporto leggero, con una linea ergonomica per certi versi simile a una scarpa da passeggio.Manuale del rinforzo strutturale. Linea Rinforzo Strutturale: un sistema perfezionato e consolidato in 17 anni di esperienza pag. Pertanto, risorse sempre crescenti vengono impiegate sia per la riparazione retrofit che per il rafforzamento upgrading di strutture esistenti in c. Mapei FRP System. I rinforzi sono costituiti da:. Fibre di carbonio: le fibre di carbonio di distinguono in fibre ad alta resistenza ed elevato modulo elastico ed in fibre ad alta resistenza ed elevatissimo modulo elastico HM.

Fibre di vetro: le fibre di vetro sono del tipo vetro E e del tipo vetro A. Figura 1. Che tipo di FRP usare in edilizia. I materiali fibrorinforzati a matrice polimerica sono materiali compositi, eterogenei ed anisotropi, che mostrano un comportamento elastico lineare fino al collasso.

I compositi strutturali vengono utilizzati nel rinforzo delle costruzioni sottoforma di tessuti distinti in:. Rapporto di miscelazione 3 1. Rapporto di miscelazione 4 1. Gli FRG sono costituiti da fibre di rinforzo immerse in una matrice inorganica.

Tali materiali offrono una serie di vantaggi anche in presenza di un patrimonio edilizio di carattere storico-monumentale, quali:. Nel caso di edifici sottoposti a vincolo da parte di enti preposti al controllo e alla salvaguardia dei beni storici e monumentali, la scelta dei materiali e delle tecniche di rinforzo si riduce ulteriormente, dovendo, quelli utilizzati per il rinforzo, possedere determinate caratteristiche.

Questo aspetto risulta di estrema importanza soprattutto in campo sismico dove le sollecitazioni sono proporzionali alle masse in gioco. Questa caratteristica risulta di particolare importanza nel caso di eseguano interventi temporanei di messa in sicurezza, soprattutto su edifici di particolare interesse storico.

Figura 2. Spessore di applicazione da 6 a 25 mm per mano. Eurocodici strutturali pubblicati dal CEN, con le precisazioni riportate nelle Appendici Nazionali o, in mancanza di esse, nella forma internazionale EN. Linee Guida per la valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio. Il progetto allo SLU richiede il dimensionamento del rinforzo di FRP in modo che il momento sollecitante di progetto, Msd e quello resistente di progetto della sezione rinforzata, Mrd, soddisfino la disequazione:.